24 ottobre 2013

Recensione: Cose Nostre - Malavita, film di Luc Besson

Cose nostre è un film diretto da Luc Besson, tratto dall'omonimo libro di Tonino Benacquista: una black comedy che mischia ironia e violenza.


Cose nostre è un film diretto da Luc Besson, tratto dall'omonimo libro di Tonino Benacquista: una black comedy che mischia ironia e violenza. Protagonista della storia è Giovanni Manzoni, un pentito boss mafioso che dopo aver testimoniato in un importante processo, è costretto insieme alla sua famiglia a vivere sotto la tutela del Programma di Protezione Testimoni.

Così i Manzoni cambiano nome in Black e vengono trasferiti in una cittadina francese dove cercheranno, seppur a modo loro, di ambientarsi. Almeno fino a quando i vecchi affiliati del clan di “Fred” lo rintracceranno e tenteranno di vendicarsi del tradimento subito.

La pellicola, che si può accostare come stile alla famosa serie "I Soprano",è composta da un cast ben scelto e ben assortito che riesce ad interpretare e a descrivere bene le dinamiche cinematografiche della mafia italo-americana. Robert de Niro, non nuovo a questo genere di film, nel ruolo di un malavitoso ci si trova benissimo, coadiuvato anche da una famiglia che sebbene voglia apparire tranquilla mette sempre un pò di soggezione, dalla moglie al figlio più piccolo.

Se non ci si impressiona troppo per alcune scene un pò violente, è un film sicuramente da vedere.

(c) Riproduzione Riservata.

© Riproduzione Riservata.