21 dicembre 2016

Recensione: Poveri ma Ricchi.

Poveri ma ricchi è la versione italiana diretta da Fausto Brizzi, del film francese del 2011 Les Tuche.
I Tucci, famiglia modesta di un paesino del Lazio, vincono la lotteria. Ecco che, diventati miliardari, decidono di andare a Milano per godere della movida e dei lussi che questa condizione di benessere economico porta con sé. 



Ma sebbene abbellita da vestiti eleganti, la famiglia Tucci rimane sempre la stessa dal
comportamento spontaneo ed talvolta eccessivo, che stona con l'ambiente circostante.
Eccoli quindi inadeguati ma pronti a godersi "il lascito di culo", come lo chiama il personaggio interpretato da Christian De Sica.

Il film ricorda un pò l'arrivo di Totò e Peppino a Milano con provole, insaccati, galline, pasta e valigie piene di provviste. In quel film Totò e Peppino erano due fratelli di campagna che vivevano come pesci fuor d'acqua la vita mondana milanese e Poveri ma ricchi, uno dei migliori e riusciti film di natale degli ultimi anni, riprende un pò questa tendenza.

Una commedia dove non ci sono parolacce o volgarità gratuite: l'intercalata colorita tipica romana c'è e cade a pennello, mai fuori luogo se non volutamente da copione. De Sica e Brignano sono un ottimo duo e in genere la famiglia, comprensiva di Anna Mazzamauro, Lucia Ocone e due giovani figli, sono ben amalgamati riuscendo a portare coerentemente le caratteristiche della famiglia per tutto il film in modo indissolubile: si nota fortemente la differenza tra loro e gli altri. 

Film divertente, simpatico, ironico, anche nel caratterizzare certi stereotipi lombardi (che ricordano un pò Benvenuti al nord nell'incontro scontro nord-sud) come il dialogo dello chef che interpella Brignano con il nomignolo "Africa": "Capito, africa?" "Ma io non sono africano sono italiano, vengo da un paesino del Lazio..." "Per me da Pavia in giù è tutta Africa, deserto."

Insomma Poveri ma ricchi ha molto da regalare per questo natale: una pellicola di qualità, attori validi e storia brillante, ne fanno un film spensierato e imperdibile.

voto: 9
DVD               Colonna sonora

© Riproduzione Riservata.