8 marzo 2006

Delirio di un povero vecchio: Paolo Villaggio si racconta in teatro.

Spettacolo teatrale di Paolo Villaggio, attore divenuto famosissimo sopratutto per gli innumerevoli film e scenette nelle quali interpretava il suo personaggio più famoso divenuto ormai una delle maschere comiche destinate a rimanere nella storia del cinema e della televisione italiana: Fantozzi, al tempo Fracchia.




In questo spettacolo però, l’idea di trovare un Villaggio comico è del tutto sbagliata. Si ritrova sul palco un uomo anziano e infinitamente professionale e talentuoso nel suo mestiere. Un attore che si racconta, che si narra come farebbe un nonno dinanzi al nipotino. Fa rivivere con una proprietà descrittiva eccezionale, i suoi ricordi più belli , più malinconici e , a volte anche più divertenti, alternando un misto di emozioni dalle mille sfaccettature. Ricorda i suoi cari amici scomparsi, narra la sua vita da bambino durante la seconda guerra mondiale, fa rivivere suo padre descrivendolo con una tenerezza ed un ammirazione evidente. Parla dei suoi primi amori;la sua timidezza da bambino; dell’approccio complesso con l’altro sesso che lo spinse a divenir un comico e buffo ometto dalla camminata divertente ( come lo consideravano alcune ragazzine di allora) .
Momenti divertenti con le canzoni popolari ispirate alla morte, grande passione dell’attore, dichiarata in svariate occasioni, dalle quali riesce a trarne il lato più comico e assurdo.Tante altre cose narra più l’uomo Villaggio che non l’attore.

Un atmosfera non pesante, dolce , sensibile e divertente; si ride di gusto e ci si emoziona veramente.

© Riproduzione Riservata.