21 ottobre 2013

Festival Lumiere 2013

Dal 14 al 20 ottobre si è svolto l'appuntamento annuale con il festival Lumiere di Lione, una settimana di incontri e di proiezioni per celebrare senza competizioni il cinema di ieri.


Gli ospiti d'onore di quest'anno, Jean Paul Belmondo e Quentin Tarantino, sono stati omaggiati con le retrospettive dei film cult della loro brillante carriera, dopo la calda accoglienza che amici e colleghi hanno dedicato loro, regalando una standing ovation a Belmondo mentre Quentin Tarantino, palma d’oro a Cannes nel 1994 con “Pulp fiction”, ha ricevuto il Premio Lumiére alla carriera.

Oltre i due ospiti d'onore, che hanno catturato l'attenzione dei presenti, hanno partecipato a questa kermesse molti artisti tra cui Daniel Auteuil, Francoise Arnauld e Tim Roth il quale ha accompagnato Tarantino.

Per quanto riguarda i film, in questa quinta edizione del festival, sono state proiettate cento retrospettive; omaggio anche al cinema italiano e a diversi registi italiani: spicca tra gli altri il documentario “Che strano chiamarsi Federico!” di Ettore Scola dedicato al suo amico fraterno Federico Fellini.

Infine, ricordando che Charlot, il famoso personaggio creato da Charlie Chaplin, compirà 100 anni l'anno prossimo, nel 2014, il Festival Lumiere 2013 gli ha reso omaggio proiettando quattro tra i primi lavori cinematografici del grande Maestro, che lo vedono protagonista: The Immigrant, The Cure, The Pawnshop, The Adventurer.

(c) Riproduzione Riservata

Tarantino e Belmondo:

© Riproduzione Riservata.