22 novembre 2014

Torino film festival 2014: programma e film in concorso

Davvero molto ricco e particolare il cartellone del Torino Film Festival 2014: tanti film, molti dei quali horror, tanti grandi autori e una qualità delle pellicole impeccabile. Si passa dal cinema di genere, ai restauri di pellicole importanti, tanti giovani registi esordienti, insomma il programma della 32a edizione sta sicuramente facendo parlare di sè.




A cominciare dalla dichiarazione del direttore del festival Emanuela Martini che introducendo il programma esordisce con la frase "Più horror e meno fronzoli" per qualcuno un sogno che si avvera. Ad ogni modo quest'anno si risparmia: ci sono due sale in meno e niente madrina ma ciò non sembra pregiudicare la riuscita di questo festival che presenta 15 i film in concorso , giudicati da Ferzan Ozpetek, Carolina Crescentini, Geoff Andrew, Debra Granik e Georgy Palfi , Tante le anteprime, restauri di film come Profondo Rosso di Dario Argento e diversi premi due dei quali a Julien Temple, a cui verrà assegnato il Gran Premio Torino, e Eddie Redmayne, a cui andrà il premio Maserati/Torino e che presenterà il film La Teoria del Tutto di James Marsh.

Ma vediamo nel dettaglio alcuni titoli dei film in concorso




Concorso Torino 32

ANUNCIAN SISMOS di Rocío Caliri e Melina Marcow (Argentina)

AS YOU WERE di Jiekai Liao (Singapore)

THE BABADOOK di Jennifer Kent (Australia)

BIG SIGNIFICANT THINGS di Bryan Reisberg (USA)

THE DUKE OF BURGUNDY di Peter Strickland (UK)

FELIX & MEIRA di Maxime Giroux (Canada)

FOR SOME INEXPLICABLE REASON di Gábor Reisz (Ungheria)

FRASTUONO di Davide Maldi (Italia)

GENTLEMEN di Mikael Marcimain (Svezia)

MANGE TES MORTS di Jean-Charles Hue (Francia)

MERCURIALES di Virgil Vernier (Francia)

N-CAPACE di Eleonora Danco (Italia)

VIOLET di Bas Devos (Belgio/Olanda)

WHAT WE DO IN THE SHADOWS di Jemaine Clement e Taika Waititi (Nuova Zelanda)

WIR WAREN KÖNIGE / THE KINGS SURRENDER di Philipp Leinemann (Germania)

Festa Mobile

Gran Premio Torino

THE FILTH AND THE FURY di Julien Temple (Sex Pistols - Oscenità e furore, UK/USA, 2000)

‘71 di Yann Demange (UK)

THE BETTER ANGELS di A.J. Edwards (USA)

LA CHAMBRE BLEUE di Mathieu Amalric (Francia)

EN CHANCE TIL / A SECOND CHANCE di Susanne Bier (Danimarca)

THE DISAPPEARANCE OF ELEONOR RIGBY: HER di Ned Benson (USA)

THE DISAPPEARANCE OF ELEONOR RIGBY: HIM di Ned Benson (USA)

THE DROP / CHI È SENZA COLPA di Michaël R. Roskam (USA)

EAU ZOO di Emilie Verhamme (Belgio)

GEMMA BOVERY di Anne Fontaine (Francia)

GONE WITH THE WIND / VIA COL VENTO di Victor Fleming (USA, 1939)

THE HOMESMAN di Tommy Lee Jones (USA/Francia)

INFINITELY POLAR BEAR di Maya Forbes (USA)

INUPILUK di Sébastien Betbeder (Francia)

JACK STRONG di Wladyslaw Pasikowski (Polonia)

JAUJA di Lisandro Alonso (Argentina)

KAMI NO TSUKI / PALE MOON di Daihachi Yoshida (Giappone)

MAGIC IN THE MOONLIGHT di Woody Allen (USA)

THE MEND di John Magary (USA)

MIRAFIORI LUNA PARK di Stefano Di Polito (Italia)

THE NOSTALGIC MECHANICS OF RANDOMNESS di Constantin Popescu (Romania)

OGNI MALEDETTO NATALE di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo (Italia)

P’TIT QUINQUIN di Bruno Dumont (Francia)

PRIMA DI ANDAR VIA di Michele Placido (Italia)

PROFONDO ROSSO di Dario Argento (Italia, 1975)

THE ROVER di David Michôd (Australia/USA)

STRAY DOG di Debra Granik (USA)

THE THEORY OF EVERYTHING / LA TEORIA DEL TUTTO di James Marsh (UK/USA)

TOGLIATTI(GRAD) di Gian Piero Palombini e Federico Schiavi (Italia)

TURIST / FORCE MAJEURE di Ruben Östlund (Svezia/Danimarca/Norvegia)

WHIPLASH di Damien Chazelle (USA)

WILD di Jean-Marc Vallée (USA)

Ritratti d’artista

20,000 DAYS ON EARTH di Iain Forsyth e Jane Pollard (UK)

NESSUNO SIAMO PERFETTI di Giancarlo Soldi (Italia)

LA SCUOLA D’ESTATE di Jacopo Quadri (Italia)

SENZA LUCIO di Mario Sesti (Italia)

IL VIAGGIO DI CARLO di Daniele Segre (Italia)

WALKING WITH RED RHINO - A SPASSO CON ALBERTO SIGNETTOdi Marilena Moretti (Italia)

Torino incontra Berlino

BAAL di Volker Schlöndorff (Germania, 1969)

DAS CABINET DES DR. CALIGARI di Robert Wiene (Germania, 1920)

DIPLOMATIE / DIPLOMACY - UNA NOTTE PER SALVARE PARIGI di Volker Schlöndorff (Francia/Germania)

Premio Maria Adriana Prolo 2014

ALLEGRO NON TROPPO di Bruno Bozzetto (Italia, 1976)

TFF e Intesa Sanpaolo per EXPO Milano 2015

SO LONG AT THE FAIR di Antony Darnborough e Terence Fisher (UK, 1950)

Diritti e Rovesci

Sezione curata dal Guest Director Paolo Virzì su 5 ritratti femminili

LET’S GO di Antonietta De Lillo (Italia)

PER TUTTA LA VITA di Susanna Nicchiarelli (Italia)

QUALCOSA DI NOI di Wilma Labate (Italia)

TRIANGLE di Costanza Quatriglio (Italia)

IL VIAGGIO DI MARCO CAVALLO di Erika Rossi e Giuseppe Tedeschi (Italia)

After Hours

THE CANAL di Ivan Kavanagh (UK)

THE EDITOR di Matthew Kennedy e Adam Brooks (Canada)

L’ENLÈVEMENT DE MICHEL HOUELLEBECQ di Guillaume Nicloux (Francia)

THE GUEST di Adam Wingard (USA)

IN GUERRA di Davide Sibaldi (Italia)

IT FOLLOWS di David Robert Mitchell (USA)

LIFE AFTER BETH di Jeff Baena (USA)

M.O.ZH. / THE MAN IN THE ORANGE JACKET di Aik Karapetian (Lettonia/Estonia)

STELLA CADENTE di Luis Miñarro (Spagna)

TOKYO TRIBE di Sion Sono (Giappone)

Jim Mickle

MULBERRY ST (USA, 2006)

STAKE LAND (USA, 2010)

WE ARE WHAT WE ARE (USA, 2013)

COLD IN JULY (USA)

Giulio Questi

IL PASSO (Italia, 1964)

SE SEI VIVO SPARA (Italia/Spagna, 1967)

LA MORTE HA FATTO L’UOVO (Italia/Francia, 1968)

ARCANA (Italia, 1972)

DOCTOR SCHIZO E MISTER PHRENIC (Italia, 2002)

TATATATANGO (Italia, 2003)

VACANZA CON ALICE (Italia, 2005)

VISITORS (Italia, 2007)




Sul sito ufficiale del festival è possibile visionare le altre sezioni e il programma completo.

© Riproduzione Riservata.