3 novembre 2017

Buon Compleanno cara Monica Vitti.

Il 3 novembre compie gli anni una straordinaria attrice italiana: Monica Vitti.

Straordinaria, letteralmente "fuori dall'ordinario" in un periodo storico nel quale era difficile trovare attrici bellissime come lei, anche sensuali senza malizia, che con intelligenza spaziavano da ruoli drammatici a ruoli comici al cabaret con naturale maestria.


L'attrice così detta "bella" negli anni 50/60, sebbene partecipasse a delle commedie, non aveva ruoli comici, i suoi personaggi erano sempre improntati sulla sua bellezza. Erano le donne "simpatiche" quelle che solitamente avevano parti comiche nei film.
Poi c'erano altre attrici che avevano i ruoli "impegnati", drammatici, che non puntavano sull'aspetto fisico e raramente partecipavano a commedie, men che meno si vedevano recitare parti comiche.

Tutto all'epoca era ben strutturato riguardo alle figure femminili nello spettacolo.

Monica Vitti fu invece una delle poche, se non l'unica, ad essere in grado di spaziare con grande successo tra tutti questi cliché senza rimanerne intrappolata. Donna bellissima e intelligente, attrice poliedrica di una bravura recitativa impeccabile, non si prendeva mai troppo sul serio essendo autoironica al punto giusto. Questi aspetti che caratterizzavano spesso anche i suoi personaggi, la fecero ben presto amare dagli uomini e ammirare alle donne di anno in anno, di generazione in generazione fino ai giorni nostri nei quali viene considerata un mito, una delle attrici più grandi della storia del cinema italiano.

Proprio per la sua umana modestia, che non la faceva salire sul piedistallo, si cimentava anche in siparietti comici. E a tal proposito, personalmente voglio ricordare, per festeggiare il suo 86° compleanno, un'esibizione tra le più famose: "I Crauti". Canzone lanciata a Canzonissima dalla grande Monica Vitti nel 1972, ottenne un successo enorme soprattutto per la sua interpretazione unica e brillante. Apparentemente il testo non dice nulla, è abbastanza patetico, di poco conto per un'attrice del suo calibro.
E invece è proprio in questa piccola esibizione che il suo talento recitativo esplose.

In quella esibizione Monica Vitti riuscì a far divertire il pubblico dicendo frasi sconnesse, stando ferma immobile, con lo sguardo spento, viso impassibile, sfondo nero. Proprio quella era la grande difficoltà: non aveva mezzi fisici o pratici per far spettacolo se non lei e le sue micro espressioni vocali e facciali.  Un tempo comico scandito perfettamente dai suoi silenzi e così, in modo semplicemente complicato, riuscì a dare un grande valore a un qualcosa che di valore intrinseco non ne aveva.

In diversi riproposero a lor modo quel testo ma nessuno ebbe la capacità di togliere anzichè mettere, cioè nessuno ridusse all'osso l'interpretazione come invece fece Monica Vitti.

Di tutto questo elogio probabilmente Monica Vitti si sarebbe imbarazzata ma il talento non può esser nascosto, neanche da una subdola malattia! Dunque buon compleanno Cara Monica.



© Riproduzione Riservata.