13 agosto 2021

Recensione libro: Piccola libreria con delitto.

Blu, la proprietaria de La Piccola Farmacia Letteraria, la libreria che dà al cliente lettore il testo di cui ha più bisogno in quel momento, a seconda del suo stato d'animo, si trova in questo romanzo alle prese con: la sua auto millenaria Camomilla che si ferma in preda ai guasti; con gli eventi della libreria che la imbarazzano non poco, incontri con i lettori insieme ad una psicologa Carolina coordinatrice sua amica da anni e parte integrante del progetto; il suo amico Giulio Maria che ha un bar rosticceria accanto alla libreria,
con cui non capisce bene che rapporto abbia; con un concorrente di Giulio Maria che ha intenzione di aprire un bar ristorante e qualsiasi altra cosa di dimensioni enormi rispetto al modesto bar di Giulio e che propone a Blu una "fusione" e con un'amica, Rebecca, che non vede da diverso tempo ma che la chiama alle sei del mattino in lacrime, chiusa dentro casa, insieme al suo compagno cadavere con un pugnale ficcato in un fianco!

Da questo ultimo evento, Blu si caccerà, come sempre con la destrezza di una divertente imbranata, in un giallo ingarbugliato pur di scagionare la sua amica in difficoltà. Ci riuscirà?


Piccola libreria con delitto è scritto davvero bene, l'autrice riesce a mischiare vari generi letterari in uno con una semplicità disarmante e imbastisce un giallo vero e proprio, con una trama molto valida senza però appesantire la storia, anzi inserendo il delitto in un contesto da commedia condita da un'ironia davvero spiccata: si arriva a ridere di gusto, e non sono una volta, per certe scene e/o per certi commenti della protagonista e per le conseguenti reazioni dei suoi interlocutori. 

Tutto è descritto in maniera chiara dando al lettore la sensazione di vedere quelle scene e non solo immaginarle, lettura quindi coinvolgente a 360° e originale in quanto a stile.

Assolutamente scritto bene e con scorrevolezza ci si imbatte anche in colpi di scena poco prevedibili per il lettore che viene trascinato dagli eventi insieme e a causa di Blu.

L'unica pecca, se vogliamo è che all'inizio i personaggi, quasi tutti femminili (amiche, clienti ecc), sono poco definiti, confondendo il lettore meno attento che dovrà ricordare per ognuna la sua storia e il rapporto che ha con la protagonista ma questa difficoltà è presto superata dallo svolgersi degli eventi che metterà tutti al loro posto.

In questa narrazione però ci si sofferma su un aspetto importante anche per la scrittrice, il tema dell'amicizia: Blu non ci pensa due volte a cercare di aiutare la sua amica Rebecca anche se non la vedeva da tempo; ha messo a repentaglio la sua fedina penale, l'equilibrio della sua quotidianità (già precaria di suo) ha rischiato di perdere tutto pur di aiutare un'amica a cui non tutti credevano neanche Giulio neanche Carolina, suoi cari amici.

Quanti "amici" nella situazione di Blu, farebbero quello che ha fatto Blu, ci si chiede? Piccola libreria con delitto non è solo un intricato giallo ma è quindi una storia di amicizia e di affetto. Un inno a tutti quegli amici ci sono stati e ci saranno nei momenti difficili, che ci sostengono e ci aiutano, ascoltando le nostre debolezze, e che in qualche modo diventano parte della nostra famiglia. Perchè gli amici non si vedono solo nei momenti felici ma sopratutto in quelli infelici dove si ha bisogno di aiuto.

Un libro che sicuramente va conservato nella propria libreria e preso al bisogno quando ci si sente giù, proprio come un farmaco salva umore visto che la Piccola Farmacia Letteraria esiste davvero! L'autrice Elena Molini ne è infatti la proprietaria e l'ideatrice, e su questa ha scritto un altro libro, precedente a questo, sempre con Blu protagonista dal titolo omonimo "La Piccola Farmacia Letteraria".

Quini Piccola libreria con delitto si aggiudica senz'altro un posto speciale nel nostro scaffale. Complimenti a Elena Molini per le sue idee originali e a Mondadori per aver pubblicato le sue storie.

 

                                                          Grazie a Mondadori per averci inviato il libro.

© Riproduzione Riservata.