Passa ai contenuti principali

festival di Venezia 2022: programma e film in concorso

Il direttore artistico Alberto Barbera con il presidente della Biennale Roberto Cicutto ha annunciato i cinque film diretti da registi italiani in gara: "Il signore delle formiche" di Gianni Amelio; "Bones And All" di Luca Guadagnino; "Chiara" di Susanna Nicchiarelli; "Monica" di Andrea Pallaoro; "L'immensità" di Emanuele Crialese. La 79. Mostra del Cinema si terrà dal 31 agosto al 10 settembre

Hanno inoltre presentato il programma della 79.ma Mostra internazionale d'Arte Cinematografica nell'anno in cui ricorre il 90.mo anniversario della sua fondazione. 
Il Festival di Venezia si svolgerà dal 31 agosto al 10 settembre, ad aprire la kermesse sara il film White Noise, di Noah Baumbach, tratto dal romanzo omonimo di Don De Lillo e interpretato da Adam Driver mentre la chiusura della ostra sarà accompagnata dal film Sky Original "The Hanging Sun", diretto da Francesco Carrozzini che sarà presentato Fuori Concorso.

La giuria del concorso, presieduta da Julianne Moore, sarà composta da Mariano Cohn, Leonardo Di Costanzo, Audrey Diwan, Leila Hatami, Kazuo Ishiguro, Rodrigo Sorogoyen.

  In concorso nella sezione Venezia Classici "Sergio Leone - L'italiano che inventò l'America", docufilm prodotto da Sky Italia e Sky Studios e diretto da Francesco Zippel.

I Leoni d'Oro alla carriera del Festival di Venezia 2022 saranno assegnati all'attrice francese Catherine Deneuve e al regista e sceneggiatore americano Paul Schrader. La madrina della cerimonia di apertura e di chiusura della 79.ma edizone della Mostra sarà l'attrice, conduttrice televisiva, modella  spagnola Rocío Muñoz Morales.

I FILM IN CONCORSO 

Le 23 opere in gara per vincere il Leone D'Oro al Festival di Venezia 2022

White Noise, di Noah Baumbach – film d’apertura
Il signore delle formiche, di Gianni Amelio
The Whale, di Darren Aronofsky
L’immensità, di Emanuele Crialese
Saint Omer, di Alice Diop
Blonde, di Andrew Dominik
Tár, di Todd Field
Love Life, di Koji Fukada
Bardo, falsa cronica de unas cuantas verdades (Bardo, false chronicle of a handful of truths), di Alejandro G. Inarritu
Athena, di Romain Gavras
Bones and All, di Luca Guadagnino
The Eternal Daughter, di Joanna Hogg
Shab, Dakheli, Divar (Beyond the Wall), di Vahid Jalilvand
The Bandhees of Inisherin, di Martin McDonagh
Argentina, 1985, di Santiago Mitre
Chiara, di Susanna Nicchiarelli
Monica, di Andrea Pallaoro
Khers Nist (No Bears), di Jafar Panahi
All the Beauty and the Bloodshed, di Laura Poitras
Un Couple (A Couple), di Frederick Wiseman
The Son, di Florian Zeller
Les Miens (Our Ties), di Roschdy Zem
Les Enfants des Autres (Other People’s Children), di Rebecca Zlotowski

FILM FUORI CONCORSO
Ecco i 10 titoli  con i relativi registi

The Hanging Sun, di Francesco Cozzini – Film di chiusura del Festival
Kapag Wala Nang Mga Alon (When the Waves are Gone), di Lav Diaz
Living, di Oliver Hermanus
Dead for a Dollar, di Walter Hill
Kone Taevast (Call of God), di Kim Ki-Duk
Dreamin’ Wild, di Bill Pohlad
Master Gardener, di Paul Schrader
Siccità, di Paolo Virzì
Don’t Worry Darling, di Olivia Wilde

ORIZZONTI 
Venezia 2022, Il doc Marcia su Roma inaugura Le Giornate degli autori
Ecco i 18 film e i registi in concorso

Princess, di Roberto De Paolis – Film d’apertura
Obet’ (Victim), di Michal Blaško
En Los Margenes (On the Fringe), di Juan Diego Botto
Trenque Lauquen, di Laura Citarella
Vera, di Tizza Covi e Rainer Frimmel
Innocence, di Guy Davidi
Blanquita, di Fernando Guzzoni
Pour la France (For My Country), di Rachid Hami
Aru Otoko (A Man), di Kei Ishikawa
Chleb I Sol (Bread and Salt), Damian Kocur
Luxembourg, Luxembourg, di Antonio Lukich
Ti mangio il cuore, di Pippo Mezzapesa
Spre Nord (To The North), di Mihai Mincan
Autobiography, di Makbul Mubarak
The Syndacaliste (The Sitting Duck), di Jean-Paul Salomé
Jang-E Jahani Sevom (World War III), di Houman Seyedi
Najsrekniot Čovek Na Svetot (The Happiest Man in the World), di Teona Strugar Mitevska
A Noiva (The Bride), di Sergio Trefaut

ORIZZONTI EXTRA
L’origine du mal (Origin of Evil), di Sebastien Marnier – Film d’apertura
Hanging Gardens, di Ahmed Yassin Al Daradji
Amanda, di Carolina Cavalli
Zapatos Rojos (Red Shoes), di Carlo Eichelmann Kaiser
Nezouh, di Soudade Kaadan
Notte Fantasma, di Fulvio Risuleo
Bi Roya (Without Her), di Arian Vazirdaftari
Valeria Mithatenet (Valeria is Getting Married), di Michal Vinik
Goliath, di Adilkhan Yerzhanov

FUORI CONCORSO - SERIE TV
Riget Exodus (The Kingdom Exodus) – episodi 1-5, di Lars von Trier (1 settembre)
Copenhagen Cowboy – episodi 1-6, di Nicolas Winding Refn

FUORI CONCORSO - NON FICTION
Freedom on Fire: Ukraine’s Fight for Freedom, di Evgeny Afineevsky
The Matchmaker, di Benedetta Argentieri
Gli ultimi giorni dell’umanità, di Enrico Ghezzi e Alessandro Gagliardo
A Compassionate Spy, di Steve James
Music for Black Pigeons, di Jorgen Leth e Andreas Koefoed
The Kiev Trial, di Sergei Loznitsa
In viaggio, di Gianfranco Rosi
Bobi Wine Ghetto President, Christopher Sharp e Moses Bwayo
Nuclear, di Oliver Stone

FUORI CONCORSO - CORTI
Camarera de Piso (Maid), di Lucrecia Martel
Look at Me, di Sally Potter
In quanto a noi, di Simone Massi
A guerra finita, di Simone Massi

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI
Ragtag di Giuseppe boccasini
Desperate Souls, Dark City and the Legend of The Midnight Cowboy di Nancy Buirski
Fragments of Paradise di K.D Davison
Conformista ribelle di Anselma Dell’Olio
Jerry Schatzberg Portrait Paysage di Pierre Filmon
Godard Seul le cinema di Cyril Leuthi
The Ghost of Richard Harris di Adrian Sibley
Bonnie di Simon Wallon
Sergio Leone, l’italiano che inventò l’America di Francesco Zippel

BIENNALE COLLEGE CINEMA
Ragtag di Giuseppe Boccasini
Come le tartarughe di Monica Dugo
anu di Tahmina Rafaella
GORNYI LUK (CIPOLLA DI MONTAGNA) di Eldar Shibanov
Palimpsest di Hanna Västinsalo
Riproduzione Riservata.

I più letti del mese

II. Le origini del cinema: il precinema e il Kinetoscopio di Edison.

Si definisce precinema il periodo che precede appunto la nascita del cinema dei fratelli Lumiere, durante il quale diversi inventori e studiosi crearono degli strumenti per far "muovere le immagini". Dopo la scoperta della fotografia, infatti, ci si interessò a trovare un modo per far muovere le fotografie anche a scopi scientifici e non solo meramente ludici. Ecco così che nacquero varie invenzioni molto importanti come: Lanterna magica Mondo nuovo Taumatropio Fenachistoscopio (ne abbiamo già parlato  qui ) Stereoscopio Cineografo Zootropio Stereofantascopio Prassinoscopio e Teatro ottico Kaiserpanorama Stereo-cinema Esperimento di Muybridge  Il fucile fotografico Kinetoscopio Quest'ultimo, il Kinetoscopio fu inventato da Thomas Edison ed è forse l'invenzione che più si avvicina rispetto a tutti gli altri citati, alla concezione di cinema e alla volontà di creare immagini in movimento in modo sequenziale. Edison per questa invenzione si ispirò al Mondo nuovo, tecn

Approfondimenti: 40 anni dalla scomparsa di Peppino De Filippo, volto umano dello spettacolo.

Peppino de Filippo è stato un commediografo e attore teatrale cinematografico e televisivo. Nacque il 24 agosto 1903 e nel 2020 si celebrano i 40 anni dalla sua scomparsa avvenuta nel gennaio del 1980. Di questo grande artista molti si ricorderanno i film in coppia con Antonio de Curtis, Totò, ma in pochi conoscono la sua carriera e la sua vita personale e familiare. Proveniente da una famiglia bizzarra , figlio di Eduardo Scarpetta e fratello di Eduardo e Titina, Peppino fa di cognome "De Filippo" e non "Scarpetta" questo perchè, essendo figlio illegittimo, prese il cognome della madre, una giovane donna che faceva la sarta per il teatro e che era nipote proprio della moglie di Scarpetta. L'infanzia dei De Filippo fu avvolta dall' ombra dell'illegittimità che costrinse i tre fratelli, Titina, Eduardo e Peppino, a chiamare il proprio padre "zio", condizione che proprio Peppino soffrì particolarmente.  Al contrario dei due fratelli, Peppino non

Festival di Venezia 2022: premi e vincitori

Si è concluso l'appuntamento con il Festival del cinema di Venezia 2022 condotto dall' attrice Rocío Muñoz Moral. Non sono mancate 'scene da un matrimonio': Basciano e Codegoni, due concorrenti del GF 2021, ospiti della kermesse hanno dato spettacolo con un Alessandro inginocchiato con tanto di anello davanti alla sua amata con centinaia di fotografi di tutto il mondo che immortalavano il momento (Basciano aveva già fatto lo stesso gesto sotto le telecamere del GFVIP proponendo alla sua, ora compagna, di fidanzarsi ufficialmente) Sophie naturalmente ha detto sì. Una scena che ha fatto parlare nel bene e nel male criticando la platealità del gesto, ma tutto sommato possiamo dire che è stata una parentesi romantica dove a far spettacolo sono stati i sentimenti veri.  Tanti, gli eventi e i vip che si sono susseguiti in questi giorni e infine la Giuria di VENEZIA 79, presieduta da Julianne Moore e composta da Mariano Cohn, Leonardo Di Costanzo, Audrey Diwan, Leila Hatami, K

E' morta la Regina Elisabetta II

Riproduzione Riservata.

Concorso: 'Il Gioco di Andromeda' il puzzle letterario di Iacopo Cellini

Il gioco di Andromeda è il primo puzzle letterario italiano. Un ‘romanzo enigma’ nel quale ogni capitolo è una pagina del diario del professore accusato dell’omicidio della figlia Andromeda. L’ordine delle pagine è andato perduto… al lettore spetterà il compito di trovare la giusta sequenza e di scoprire il colpevole.   Newton Compton invita i lettori a giocare alla ricostruzione del giusto ordine delle pagine partecipando al concorso a premi che permetterà di vincere libri dal catalogo Newton Compton per un valore di 500€. Il concorso partito il 28 giugno 2022 durerà fino al 28 febbraio 2023. L’estrazione del vincitore e delle riserve avverrà entro il 31 marzo 2023. Per informazioni consultare  il Regolamento  sul sito della casa editrice: www.newtoncompton.com Il testo ha la forma del diario del paziente di un noto manicomio criminale, un ex professore universitario accusato dell’omicidio della figlia, Andromeda.  Le pagine apparentemente non hanno significato, ma in realtà contengon

Samantha Cristoforetti: prima donna europea a capo della Stazione Spaziale

L’astronauta Samantha Cristoforetti dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) dal 28 settembre sarà la prima donna europea a ricoprire il ruolo di comandante della Stazione Spaziale Internazionale, a passarle il testimone sarà il comandante russo Oleg Artemyev. A decidere il ruolo di comandante della Stazione Spaziale sono congiuntamente tutti e cinque i partner della Iss, ossia le agenzie spaziali di Stati Uniti (Nasa), Russia ( Roscosmos), Europa (Esa), Giappone (Jaxa) e Canada (Csa). Cristoforetti diventerà il quinto astronauta europeo ad avere questa carica e il secondo italiano, dopo Luca Parmitano e sarà responsabile delle prestazioni e del benessere dell’equipaggio in orbita, avrà il compito di comunicare con il centro di controllo a Terra e dovrà coordinare l’equipaggio in caso di eventuali situazione di emergenza. «Sono onorata della mia nomina a comandante. Non vedo l’ora di attingere all’esperienza che ho acquisito nello spazio e sulla Terra per guidare una squadra molto capace in

Nel mare vive una lumaca a forma di foglia e produce clorofilla

Ebbene sì, stiamo parlando della lumaca "Elysia chlorotica" (il perchè del nome "chlorotica" lo spiegheremo tra poche righe), si tratta di una lumaca a forma di foglia, si ciba di alghe ma è l'unico animale scoperto fino ad oggi a sfruttare la fotosintesi clorofilliana (ecco motivo del nome) e inoltre recenti studi hanno scoperto che questa particolare specie di lumaca non solo è in grado di trattenere i cloroplasti delle alghe di cui si nutre, ma possiede alcuni geni dell’alga incorporati all’interno del proprio DNA. Da ciò ne deriva che la Elysia chlorotica è in grado di produrre la clorofilla come una vera e propria pianta e sfruttare il sole in modo analogo ad un vegetale per produrre l’energia necessaria per vivere. Già nel 1970 gli scienziati avevano scoperto che la lumaca era in grado di acquisire i cloroplasti dell' alga di cui si nutre e che era in grado di trattenerli all’interno del proprio corpo ma sino ad oggi nessuno riusciva a spiegarsi come m

Recensione: film d'animazione La Famiglia Addams 2019

La Famiglia Addams , la versione cartone animato sviluppato con le tecnologie moderne, fa un passo indietro tornando ai disegni vintage e originali del creatore dei personaggi Charles Addams: Mortisia alta e magrissima, Gomez grossiccio e basso, Mercoledì con la testa allungata e pallida "in bianco e nero" come si definisce lei stessa nel film e dal carattere depresso, insomma un pò diversi dalle serie o dai film e anche dai cartoni animati visti fino ad oggi  nei quali sono stati applicati dei piccoli cambiamenti estetici.  In ogni caso in questo film non ci si limita a tornare indetro nell'aspetto dei personaggi ma si riprendono alcune caratteristiche comportamentali degli stessi come ad esempio Gomez che per rilassarsi si mette a testa in giù con la comodità di uno seduto sul divano.  La trama vede la nostra famiglia alle prese con i preparativi di una festa alla quale parteciperanno tutti i loro parenti, come spesso accade, ma questa volta a turbare gli equilibri sarà

Recensione libro: Sorella scimmia fratello verme, scritto da Piergiorgio Odifreddi

Un libro accattivante, riflessivo, ironico scorrevole di facile lettura ma anche storico-scientifico. Odifreddi questa volta si imbatte nella scoperta del mondo animale e del contributo che essi hanno dato alle scoperte scientifiche durante la storia, provando così che essi sebbene spesso sottovalutati dagli Uomini non sono poi così "inferiori" a noi anzi, ci hanno aiutato a comprendere tanto di ciò che oggi è intorno a noi nel nostro quotidiano e a fare molte scoperte. Gli animali quindi non sono solo animali da compagnia o "fonte di cibo" come detto dallo stesso autore ma molto di più. Pensando che siamo tutti parte della natura, il Professore ha stilato una carrellata di esempi che vedono uomo e animale messi a confronto sullo stesso piano delle scoperte scientifiche: si passa dai conigli ai ragni il cui filo resistentissimo, notò Primo Levi, si solidifica secondo un processo più efficace di quelli messi a punto dall'uomo: per trazione; le rane, i moscerini d